venerdì 27 novembre 2009

La Sirenetta

"Little Mermaid"-Rita Piano

Con questa tavola ho partecipato al concorso "La Sirenetta" indetto dall'Accademia Pictor nel 2008 e sono stata selezionata per l'inserimento nel catalogo e la mostra al Lingotto Fiere, nell'ambito della Fiera del Libro di Torino.
.

mercoledì 25 novembre 2009

martedì 24 novembre 2009

Sogno d'Infanzia

"Sogno d'Infanzia"-1995-Rita Piano















 Ho realizzato questo dipinto, olio su cartone telato, nel 1995 in occasione di una bellissima rassegna di pittura indetta dalla Comunità Montana di Capoterra. E' uno dei lavori che considero tra i più rappresentativi di quel mondo interiore e fantastico ma altrettanto "contingente" e fisico (meta-fisico?) che vorrei sempre riuscire ad esprimere nelle mie tavole. Essendo anche abbastanza datato vi sono particolarmente legata. Lo considero come una sorta di specchio-contenitore, come se vedessi, quando lo guardo, la mia immagine riflessa. Nonostante non sia mai stata soddisfatta del risultato al livello di tecnica dato che lo realizzai in due giorni, rimane il mio preferito... Forse proprio per l'immediatezza e la velocità dell'esecuzione.
Non amo molto descrivere e parlare dei miei lavori ma mi piace raccontare che la casa tra i soggetti del quadro esiste e si trova (sempre che ancora sia lì) a pochi passi da casa. Quando coi miei facevamo le passeggiate in montagna, magari per cercare i funghi, notavo sempre questa casa disabitata ormai rudere e vi passavo davanti col naso all'insù ad ammirarla... Cosa che ho continuato a fare da grande tornando a cercarla e fotografarla. Molto tempo fa, nel 1992 ero così affascinata dalla sua misteriosa bellezza che con degli amici chiedemmo al custode il permesso di visitarla ed egli ci accompagnò all'interno. Devo dire che nonostante temessi di infrangere i sogni nati intorno ad essa scoprendo la vera "identità" della casa potendovi accedere, lo spettacolo che mi si presentò non fu affatto deludente. Era completamente piena di carrube! Conteneva una vera montagna di carrube e, appena visibile nella penombra della sera, era ancora più surreale e suggestivo.
.

lunedì 23 novembre 2009



Mi chiamo Rita Piano e sono nata a Capoterra, un paese abbracciato dalle montagne e poco distante dal mare, in provincia di Cagliari; tra la terra e il cielo di un'isola antica e magica che da sempre m'incanta con la bellezza dei suoi colori, il suo paesaggio, la sua storia. Da bambina ho trascorso gran parte del mio tempo a contemplare scorci di natura, osservare il cielo, ascoltare il vento e a sognare i paesaggi che questa natura fantastica disegnava dentro di me e che da sempre vivono in me come parte intrinseca e inscindibile della mia identità, del mio vissuto e del mio immaginario.
Ho iniziato a disegnare con la mente, con gli occhi e col cuore ancor prima che sulla carta ed è tuttora cosi che nascono i miei disegni.
Arriva col disegno il mio grande amore per le fiabe e la loro straordinaria familiarità col mondo onirico, veicolo di immagini, simbologie e storie che sono fonte di ispirazione di quasi tutte le mie illustrazioni oggi, come dei miei disegni e racconti di bambina.
Sono sicura che molto abbiano contribuito alla mia naturale propensione per il sogno e per il fantastico, le storie meravigliose di animali e alberi parlanti che ogni sera mio padre mi raccontava di ritorno dal lavoro; la lettura delle fiabe, i luoghi visitati, i racconti e i giochi di entrambi i miei genitori ai quali sarò eternamente grata per il modo in cui mi hanno cresciuta regalandomi un'infanzia meravigliosa che ricordo come il sogno piu' bello.
Come tutti i bambini, trascorrevo un numero incalcolabile di ore a contemplare, osservare e copiare le illustrazioni dei libri prima di imparare a leggere e già sognando un giorno di essere tra quei meravigliosi illustratori da me ammirati, realizzavo piccoli libricini con storie illustrate che rilegavo con ago e filo e di cui ero gelosissima.
Col tempo e nel tempo ho coltivato e conservato nel cuore il mio sogno di diventare illustratrice purtroppo scontrandomi con innumerevoli vicissitudini e difficoltà che per anni mi hanno impedito di provarci concretamente. Ne risulterà un curriculum artistico alquanto povero di esperienze ma ognuna di esse ricca di insegnamenti di cui faccio tuttora tesoro.

-1989 Mi appassiono di fotografia in bianco e nero dedicandomi in particolare al ritratto artistico, ritocco fotografico e stampa in camera oscura, dapprima in privato e successivamente collaborando con un piccolo laboratorio fotografico artigianale fino al 1992.

-1991 Conseguo il diploma al Liceo Linguistico “A. Segni” di Cagliari.
Mi iscrivo nello stesso anno alla Facoltà di Filosofia scegliendo l'indirizzo estetico.
Lascio gli studi dopo due anni per dedicarmi completamente alla pittura sperimentando da autodidatta le tecniche ad olio, acrilico, china e seguendo i corsi di ornato e figura, come uditrice, presso il Liceo Artistico di Cagliari.

-Espongo dal 1995 al 1997 in varie rassegne di pittura indette dal comune del mio paese e dintorni.

-1998 Frequento un corso di decorazione murale, trompe l'oeil e affresco presso lo Studio d'Arte “Eidos”di Cagliari.

-1999 Collaboro con la Ludoteca di Capoterra per laboratori di pittura con bambini e preadolescenti.
Nello stesso anno realizzo un trompe l'oeil su commissione per una scuola di danza del mio paese e decorazioni d'ambienti presso abitazioni private.

-2000 Mi trasferisco a Milano, dove tuttora risiedo, con l'obiettivo di propormi alle case editrici e finalmente cercare di realizzare il mio grande sogno di diventare illustratrice.
Conosco subito Aura Cesari scegliendola come primo riferimento e come prima professionista alla quale mostrare i miei lavori. Il suo giudizio positivo ed entusiasta, il suo incoraggiamento e i preziosi consigli saranno una guida importantissima per iniziare a muovermi seriamente nel mondo dell'illustrazione per l'infanzia e realizzo i primi progetti riprendendo in mano quelli vecchi ma scontrandomi presto con la mia annosa insicurezza accantono l'idea di proporli agli editori rimandando a un futuro indefinito.
Si apre un lungo periodo solo apparentemente sterile, in realtà artisticamente molto prolifico, durante il quale non smettero' di elaborare progetti-libro, annotare idee, sogni, storie che continuano a nascere incessanti...E che per gli anni successivi saranno un richiamo fortissimo verso la reintrapresa del cammino interrotto.
Complici le parole di Aura perdurate nel tempo col loro effetto incoraggiante, inizio a documentarmi sui concorsi piu' importanti e realizzo la mia prima tavola destinata a uno di questi...


-2008 Maggio- Partecipo al concorso d' illustrazione “La Sirenetta” indetto dall'Accademia Pictor nel quale vengo selezionata per il catalogo e la mostra al Lingotto Fiere nell'ambito della Fiera del Libro di Torino.

-2008 Ottobre- Sono finalista con Menzione d'Onore e inserimento nel catalogo al concorso “Moroni” di Bergamo.

2008-2009 Proseguono le mie partecipazioni ai concorsi che saranno un'occasione produttiva e importante e nondimeno un'esperienza di confronto per me assolutamente nuova e sempre positiva.

Oggi sono felice d' aver ripreso appieno l'attività artistica e di poter concentrare le mie energie con grande e rinnovata passione alla realizzazione del mio sogno e di potermi dedicare con serenità a rendere finalmente visibili e fruibili i miei “sogni di fiaba”, finora tenuti nel cassetto, dedicati a tutti i bambini di oggi e a quelli di ieri.